Ciccu Toccami

Quando da bambino mia sorella andava a lamentarsi da mia madre perché le facevo i dispetti poi mia madre veniva a prendersela con me.
Col tempo mia madre scoprì che spesso era mia sorella a stuzzicarmi allo scopo di suscitare la mia ira e potermi così accusare di averla disturbata.
Mia madre esprimeva tutto con l’espressione “Ciccu toccami! Mamma Ciccu mi tocca!” che per i non siciliani vuol dire pressapoco insultare qualcuno affinché reagisca per poi lamentarsi delle offese subite in risposta.
Ecco a me la storia dell’Europa che accusa la Russia di voler annettere l’Ucraina ricorda più o meno questa storia. Ma forse ai burocrati europei nessuno ha mai consigliato di non gettare le pietre addosso ai cani addormentati.
E prima che qualcuno mi accusi di essere fazioso di fronte all’evidenza del desiderio Russo di usare una scusa politica per annettersi (nuovamente) un territorio rilevante geopoliticamente vorrei far notare che l’Europa (insieme al padrone americano) difende senza alcuna traccia di pudore un colpo di stato mascherato da rivoluzione. Per l’Europa americana è democrazia ribaltare un governo eletto legittimamente ma non lo è permettere le libere elezioni nell’Iraq occupato quando si sapeva che queste avrebbero manifestato il desiderio del popolo Iracheno di non sottostare alle politiche economiche e monetarie imposte dal FMI e dai plutocrati Occidentali. Allo stesso modo il Venezuela secondo gli americani si sta ribellando contro una dittatura, ma in Arabia Saudita al contrario vige la libertà per tutti i cittadini.
La realtà è che le manovre politiche e militari governano il mondo tanto quanto lo facevano ai tempi della restaurazione duecento anni fa. E fino a quando saremo così imbecilli da farci infinocchiare da falsi ideali e dalla nostra (voluta e ampiamente meritata e strenuamente difesa) ignoranza storica saremo carne da macello per i più alti interessi di coloro che hanno il vero potere di manovrare l’informazione, la storia e le masse.
Diceva Heinlein che un generazione che ignora la storia non ha passato, né presente, né futuro. Figuratevi cosa ci si può aspettare da un mondo che si definisce ricco perché può permettersi di sfruttare i doni dell’istruzione obbligatoria per scegliere di leggere donna moderna e la gazzetta dello sport al posto di Nature e Bauman.

L’umanità, per la prima volta nella sua storia dotata di occhiali capaci di spingere lo sguardo lontano, abbassa lo sguardo ai suoi piedi e perde l’occasione di scoprire ciò che la circonda.(4 marzo 2012)

La preghiera è così: “Proteggimi dal sapere quel che non
ho bisogno di sapere. Proteggimi anche dal sapere che bisognerebbe
sapere cose che non so. Proteggimi dal sapere che ho deciso di non
sapere le cose che ho deciso di non sapere. Amen”. Ecco qua. In ogni
caso, è la stessa preghiera che reciti in silenzio dentro di te, per cui
tanto vale dirla apertamente. (D.N.Adams)

La messa è finita, andate e fate un po’ come cazzo vi pare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: