2° puntata

«Al
futuro o al passato, a un tempo in cui il pensiero è libero, quando gli
uomini sono differenti l’uno dall’altro e non vivono soli…

a un tempo in cui esiste la verità e quel che è fatto non può essere disfatto.

Dall’età del livellamento, dall’età della solitudine, dall’età del Grande Fratello, dall’età del Bispensiero… tanti saluti!»

( Winston Smith, 1984)

Salve ragazzi e ragazze, questa sera ho voluto iniziare citando un
piccolo pezzo di un libro fra i miei preferiti: 1984, del grande G.
Orwell!

Mi piace leggere e rileggere questo passo come fosse la bibbia del
pensiero libero ed indipendente da costrizioni e dogmi. Il protagonista
del romanzo vive in un futuro in cui tutta la sua vita è monitorata dal
Grande Fratello (il capo del partito che governa nella sua parte di
mondo). Ed in ogni momento può essere denunciato alle autorità nel caso
in cui dimostri di deviare anche solo di un’inezia dalla rigida
ortodossia voluta dal partito. Non vi racconto tutto il libro perchè
non mi basterebbe tutta la sera e perchè non voglio togliere il piacere
a quelli/e di voi che prima o poi potrebbero decidere di leggere questo
bellissimo libro che io consiglio caldamente a chiunque crede nel
valore della libertà.

Siamo ormai vicinissimi alle elezioni, e se fra di voi c’è
qualcuno che potrà espriemere il proprio voto lo invito (la invito, non
dimentichiamoci delle signorine) a riflettere su quelle poche
righe….affinchè il vostro voto sia quanto più possibile consapevole.

Ok lo so…adesso direte che sono un pò psicopatico…e probabilmente avete pure ragione…..

Comunque sia, adesso la smetto di fare la persona seria. Ieri vi
avevo lasciato con una barzelletta in cui facevano bella figura le
donne! Quindi oggi tocca ai maschietti avere la rivincita. Dunque tengo
fede alla promessa e vi lascio con questa simpatica barzelletta,
godetevela:

Un ragazzo e una ragazza sono in macchina, parcheggiati su una
stradina secondaria, lontano dalla città, e fanno quello che un ragazzo
ed una ragazza farebbero se fossero parcheggiati su una stradina
secondaria, lontano dalla città quando la ragazza blocca il ragazzo:

"Mi dispiace non avertelo detto prima, ma sono una puttana, e la mia tariffa è 20 euro."

Il ragazzo paga a malincuore e comincia a darsi da fare per fare quello che deve fare.

Dopo aver fatto quello che fanno una ragazza e un ragazzo su una
stradina secondaria lontano dalla città si mette a fumare placidamente,
guardando fuori dal finestrino.

Dopo un paio di minuti la ragazza gli chiede:

"Hey, come mai non ce ne andiamo di qui?"

"Mi dispiace non avertelo detto prima, ma sono un tassista, e la tariffa fino in città è di 50 euro…"

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: