Il destino dicevo….che brutta parola…io non credo nel destino…eppure…a volte è comodo per descrivere qualcosa…è una parola che rende più semplice spiegare una incredibile serie di coincidenze che ci fanno pensare continuamente ad una persona……..

20 settembre!  O
forse…..XX settembre…perché? Cos’è? Un giorno come tanti….beh…no…in fondo non è
vero…altrimenti non sarei qui a scrivere….ed in parte…a ricordare….20 settembre
dicevo…il giorno del tuo compleanno….inesorabile impresso nella mia mente….in una
mente perversa che invece di aiutarmi a smaltire il peso della solitudine
sembra solo voler acuire il dolore e la disperazione….sembra strano
pensare….ricordare….che quando ci siamo incontrati io ti parlavo di quanto mi
sarebbe piaciuto visitare Roma, conoscerla…la tua Roma…la tua città….quante
cose strane…pensare quando abbracciati scherzando e ridendo io ti parlavo di
me…della mia vita…delle mie passioni…perché sono così….perchè se devo
condividere qualcosa con qualcuno…devo condividere me stesso…in tutto…non solo
nel corpo….e ti parlavo delle mie passioni…e ti svelavo il mio sogno….il mio
desiderio più profondo…la mia pazza voglia di viaggiare tra le stelle….di
spezzare le catene che ci tengono imprigionati su questo pianeta…il mio pazzo
sogno di andare nello spazio…e non riesco a trattenere un sorriso ricordando
che ti svelavo sempre più di me….della mia altra grande passione…la storia…ti
dicevo che adoravo in particolare la storia di Roma….di come fosse diventata
Caput Mundi….e così…ti chiedevo se ricordavi la mitica data di fondazione della
tua città…e tu…ridendo…in quel modo e con quella voce che mi aveva fatto
innamorare ti facevi perdonare la tua ignoranza…e giocavi con me per farti dire
da me quando era nato il mito della tua città…..753 a.c………..753….tre cifre….per
uno strano scherzo del destino…le ultime tre cifre del tuo numero…quel numero
che un anno di lontananza e silenzio non è riuscito a cancellare dalla mia
mente….e il destino ritorna quando si parla di te….perchè…il tuo 20
settembre….il giorno in cui tu hai per la prima volta gridato al mondo la tua
esistenza…è anche il giorno in cui l’Italia poteva finalmente avere accesso a
Roma….la Capitale….il XX settembre è il giorno della Breccia di Porta Pia, anno
1870…i bersaglieri entrano nella futura capitale del Regno d’Italia….i
bersaglieri…lo stesso corpo che 90 anni dopo mio padre avrebbe avuto l’onore di
servire nel periodo della sua leva militare obbligatoria….il destino fa strani
scherzi quando si tratta di me e di te….io quella sera di luglio ti parlavo di
Roma, per me era un mito…qualcosa di meraviglioso…la Città Eterna…..mai avrei
pensato di finire proprio qui nella mia vita universitaria….e poi…che strano
entrare per la prima volta a Roma proprio quando la mia bella romana si trovava
nel mio paese….e invece…quando entrambi ci troviamo qui….ignorarci come se
fossimo due persone sconosciute….Il destino dicevo….che brutta parola…io non
credo nel destino…eppure…a volte è comodo per descrivere qualcosa…è una parola
che rende più semplice spiegare una incredibile serie di coincidenze che ci
fanno pensare continuamente ad una persona……..

 

 

Ti avrei voluto chiamare, ma poi ho pensato che non avrei
saputo cosa dire, e probabilmente tu non avresti nemmeno voluto rispondere,
all’imbarazzo del silenzio preferisco poche parole che però servono a far
sentire una presenza…..Tanti auguri di buon compleanno…Ti auguro tanta
felicità!

 

 

Ecco le uniche cose che sono riuscito a dirti…le uniche che
hai letto…e le uniche che leggerai….il resto non lo leggerai mai…perché non ha
senso fartelo leggere…perché non lo vorresti leggere…perché il suo significato
esiste dentro di me…prende vita dentro di me….ma non può trovare compimento…ne
futuro…senza di te…il suo destino è spegnersi lentamente come il fuoco che vide
bruciare Roma secoli fa…e che poi…fu la base della rinascita dell’Impero….sulle
ceneri di questa nostra storia…e di questo mio dolore…io costruirò la mia
rinascita…pensare adesso di odiarti non è possibile…non è possibile dire che
sei stata solo dolore…non è vero…e sarebbe stupido e riduttivo pensarlo…….tu
sei quello che sei…io sono quello che sono…non c’era possibilità per parlare di
Noi…troppo diversi….io continuerò a volerti bene….quello che farai tu non posso
saperlo…ne tu…forse saprai quello che farò io….noi siamo quello che decidiamo…io
so che in te c’è del buono…perché l’ho conosciuto e vissuto…tu non sei quella
maschera che porti…lo so ….lo so come un innamorato può capire il cuore della
sua innamorata guardandola semplicemente negli occhi….di te conserverò il
ricordo….bellissimo…ma anche straziante….come la vita….Noi siamo ciò che
decidiamo……ed io ho deciso di non rinnegare nulla…di vivere tutto….gioia e
dolore…la vita è questa….ed io…voglio Vivere….ciao piccola mia….il tuo principe
ti saluta!

Annunci

4 Risposte to “Il destino dicevo….che brutta parola…io non credo nel destino…eppure…a volte è comodo per descrivere qualcosa…è una parola che rende più semplice spiegare una incredibile serie di coincidenze che ci fanno pensare continuamente ad una persona……..”

  1. Giuseppe Says:

     Caro fratello mio, il tuo intervento lo hai scritto molto bene mi ha dato la  sensazione di leggere la pagina di un vecchio diario ingiallito appartenuto ad un uomo….forse…..un pò avanti con gli anni…..Fratello, e non a caso uso questo termine, come tu sai sono parecchi anni che ci conosciamo e sai bene che sia a me che a te basta poco……per capire se nel tono della voce dell\’altro c\’è un nota di amarezza….ma forse caro fratello io non ho ascoltato bene….. e tu non te la sei sentita di gridare…..Lei e Roma…..non c\’è miglior connubio…..la "donna" che ami e la sua città…anzi la Nostra città….Roma città eterna….una volta centro focale del mondo….adesso centro focale del tuo….e non è un caso che sia proprio la Città Eterna, il teatro di ciò….ricordo da piccoli quando leggendo il mito di questa città vagavamo coi pensieri immaginando di impersonare gli uomini che la hanno resa grande….ma come tu hai detto Roma risorse dalle sue ceneri………ed anche tu devi risorgere da quelle di questa storia……….e come una fenice volare lontano da questa vicenda……..cosapevole che non sarà l\’ultima volta e che un giorno ritornerai cenere…………per risorgere di nuovo!

  2. bhe…finalmente anke tu1blog…cm al solito 1splendido intervento…m fa tornare indietro ai tempi dei topik(s kiamavano così)d qll chat dv c siamo conosciuti…complimenti…bhe..ke dirti…in bocca al lupo x qst blog…m raccomando continua ad aggiornarlo ke vedrò d passare ogni tnt….e tu m raccomando FA LO STESSO!!!
    tvttttttb….1kiss zanahoria…o cm m hai coosciuto tu TERA!!! 

  3. vinssss….oddio ke è successo??devi raccontarmi un pò d cose tu…per forza!!
    dal tuo intervento…devo dire…molto ma molto originale…ho notato ke sei giù di morale…mi disp tanto….
    ti saluto vins tvttb un bacio
    **Alessia** 

  4. Ciao vinciiiii!!! ti ricordi di me??O_O  è tnt ke nn c sentiamo!! Da quello che ho visto so successe un bel pò di cose eh…accidenti ke intervento è stupendo…ma anke parekkio triste…mi dispiace x qll ke senti…ti mando un baso grande grande!!!c sent! ho voluto battezzare lo spazio dei commentiiii ooooooolè!!! forza roma 😉 tvb… 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: